Antonella Dance School SSD


Vai ai contenuti

Lina e Mario

Insegnanti


Lina Rosa e Mario Ernesto Laratore



Le loro lezioni di tango affrontano attraverso sequenze di movimenti tutte le figure che caratterizzano il tango con l'intenzione di stimolare una danza creativa, d'improvvisazione, intensa e fluida, dove la ricerca dell'intesa diventa gioco e piacere al tempo stesso. Le sequenze di movimenti, mai fine a stesse, hanno lo scopo di affrontare delle tematiche e delle problematiche inerenti alla guida e alla comunicazione nel tango. Il tango Ŕ esperienza d'intensitÓ e gioco, si costruisce camminando un passo alla volta in ascolto dell'altro e della musica. Ognuno di quei passi ha la medesima importanza, richiede la medesima cura.

╚ il movimento che genera il passo o la cosiddetta "figura", non viceversa, perci˛ imparando a muoverci insieme, musicalmente, scopriremo il passo, lo sveleremo con sorpresa. Ma i passi e i movimenti servono alla danza, sono il mezzo per esprimerla. Non danziamo per eseguire i passi, ma eseguiamo i passi per danzare.

Il nuovo tango, il tango di oggi, Ŕ profondo tango, come un'orchestra contemporanea suona e interpreta i brani classici con una sensibilitÓ ed espressione differenti dal passato cosý anche i danzatori di oggi.
Il sogno che il tango da sempre ha dentro se Ŕ quello di una danza libera da schemi e costruita in una magica intesa col partner. Ma ogni magia ha un suo trucco e una sua regola da conoscere e condividere. Non c'Ŕ un solo modo di danzare, ogni visione o impostazione offre delle differenti possibilitÓ.

Attraverso il tango, che per l'Unesco Ŕ patrimonio immateriale dell'umanitÓ, ci avviciniamo a noi stessi e all'altro in un intenso gioco che Ŕ ascolto reciproco e complicitÓ. Rituale, metafora della vita, dell'incontro, della lotta, del duello come dell'amore, il tango ci mette in un forte gioco espressivo. Il nostro movimento influisce sull'altro.
Chi guida si mette al servizio dell'altro, non comanda, ma indica (segnala), propone.
Il movimento dell'altro influisce e condiziona il nostro.
La musica, ispiratrice, ci unisce guidando entrambi in una cadenza ritmica e in una progressione melodica. Il tango Ŕ relazione, comunicazione, linguaggio. Pertanto Ŕ danza espressiva. Pertanto Ŕ arte, come tale serve alla conoscenza, rappresenta.

Come tale ci parla dell'uomo, dei segreti dell'anima e della vita.

L'incontrocomunicazione: ascoltare, condurre, abbandonarsi.spazio: il nostro, l'altrui, condividerlo, attraversarlo.e disequilibriocome "Compas del Corazon"

Il tango vero non esiste. Vero Ŕ il tango che danziamo in modo autentico, con vero trasporto, senza finzione e senza imitazione.
Ognuno con il proprio corpo, con le proprie peculiaritÓ, ognuno con lo stile che gli Ŕ proprio in quel dato momento che pi¨ non si ripete.



CONTATTI: linaymario.tango@gmail.com o 3392688629



Torna ai contenuti | Torna al menu